Approccio olistico alla prevenzione e cura di patologie complesse cronico-degenerative

 

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo 
il miglioramento delle condizioni dell'umanità
(Nikola Tesla, 1856–1943)

Lo star bene è uno stato del nostro organismo che deriva dal controllo globale di tutte le attività metaboliche che avvengono nei circa 220 tipi cellulari di cui siamo formati. Il controllo è gestito da una fitta rete integrata di info-segnalazioni tra le cellule; questo controllo integrato viene chiamato omeostasi metabolica. E’ ormai chiaro che il metabolismo non è formato da vie metaboliche indipendenti,  specifiche di certi compartimenti cellulari, ma al contrario è unico e raggruppa in una unica rete (interattoma) i diversi livelli funzionali (genomico/epigenomico, trascrittomico, proteomico, metabolomico). Ciò significa che quel che accade ad un livello si ripercuote inevitabilmente sugli altri livelli. La coordinazione tra i livelli è alla base dell’omeostasi metabolica. Tutti i segnali e le modifiche introdotte nella rete possono essere registrate ed archiviate in banche dati biologiche annotate che attualmente rappresentano il più grande magazzino di conoscenza biomedica umana, in gran parte ancora da esplorare e comprendere con opportuni algoritmi informatizzati. Nasce così la biologia, o meglio, la Medicina dei Sistemi volta alla comprensione del funzionamento dei sistemi biologici nella loro dinamicità, integrando informazioni di diversa natura e studiando la rete di connessioni dinamiche esistenti tra geni, proteine, metaboliti e altre molecole. Col termine “sistema” si identifica in effetti un gruppo di componenti che insieme interagiscono e contribuiscono a formare un'entità più complessa: ciò implica, ed è questo un requisito essenziale per un sistema, che l'entità prodotta dall'interazione delle parti è più grande della somma delle parti stesse. Queste possono infatti combinarsi in modi inaspettati generando proprietà o funzioni riconducibili unicamente al sistema e non ai suoi costituenti. Tali proprietà o funzioni vengono definite “proprietà emergenti”. Poiché le proprietà emergenti sono il risultato delle interazioni fra le parti, il sistema che le comprende viene detto “irriducibile”, ovvero non riconducibile alle sue componenti prese individualmente. In altri termini, il senso di un libro non può essere compreso analizzando una parola alla volta, così come la bellezza di una foresta non può essere apprezzata soffermandosi sui singoli alberi. Un sistema può infine essere definito “complesso” se le sue proprietà emergenti non sono prevedibili, e i sistemi biologici costituiscono un perfetto esempio di complessità: diversamente da molti altri sistemi assimilabili, infatti, essi possiedono anche la straordinaria capacità di adattarsi in risposta agli stimoli ambientali, allo stress, alla mancanza di cibo o allo stadio dello sviluppo, nonché l'affascinante abilità di correggere i propri errori come le mutazioni geniche.

L’integrazione dei saperi diventa essenziale per comprendere il funzionamento di un organismo e individuare i punti chiave su cui intervenire per mantenere l’omeostasi, ovvero lo stato di buona salute, o intervenire farmacologicamente in caso di malattia. In una visione olistica l’essere umano viene considerato non più come un assemblaggio di organi e tessuti, bensì come un’unità multidimensionale di corpo, mente e spirito. A differenza della visione meccanicistica (ancora imperante ma sorpassata) che seziona l’uomo in organi, tessuti, cellule, ecc., che separa la malattia dal corpo, il corpo dalla mente, e insegue i sintomi e non le cause, nella concezione olistica tutto è unico e dinamicamente interconnesso e ciò che accade in un luogo si ripercuote istantaneamente su tutto ciò che esiste: in ogni nostra cellula è riprodotto l'intero programma della nostra salute. Le maggiori conoscenze sui meccanismi che regolano il funzionamento dell’organismo consentono altresì un approccio personalizzato oltre che olistico alla prevenzione e soprattutto alla cura delle malattie.   

 

 

© tutti i diritti riservati - disclaimer - seguici su facebook
Software by Olga de Aloe