Glossario - voci con C

Cliccare su una delle lettere elencate per richiamare la pagina con i termini che iniziano con tale lettera.
Cachessia cerca ricorrenze

Sindrome multifattoriale caratterizzata da marcata perdita di peso, massa adiposa e massa magra, e da aumentato catabolismo proteico, dovuta ad una sottostante condizione di malattia. La cachessia è clinicamente rilevante in quanto aumenta il rischio di morbosità e mortalità.

Cal cerca ricorrenze

Unità di misura più usata per misurare l’'energia introdotta e consumata dall'’organismo. Per la precisione, gran parte dei valori che si esprimono, sia in termini di energia giornaliera assunta con gli alimenti, che di quella consumata con l'’attività fisica, sono in chilocalorie (kcal), e una chilocaloria equivale a 1000 calorie, ma nel linguaggio comune spesso si usa il termine calorie, intendendo il suo multiplo. A più riprese si è tentato di sostituire la caloria con il joule, ma l’'unità di misura più usata resta la prima.

Calcio cerca ricorrenze

Il calcio è un minerale essenziale per la formazione e il mantenimento delle ossa e denti, nei processi di coagulazione del sangue, per la conduzione degli impulsi nervosi. Regola inoltre la contrazione dei muscoli e la liberazione di energia. Si trova sotto forma di carbonato nello scheletro dei vertebrati. Carenze di calcio possono determinare arresto della crescita, rachitismo, osteomalacia, e a volte provocano convulsioni. Il calcio lo troviamo essenzialmente nel latte e nei suoi derivati (formaggio, yogurt e altri latti fermentati), nei vegetali a foglie verde scuro (eccetto gli spinaci), nei legumi secchi e in molti prodotti marini (sardine, vongole, telline, cozze).

Calcitonina cerca ricorrenze

Ormone prodotto dalle cellule parafollicolari della tiroide, favorisce la deposizione di calcio nel tessuto dell’osso.

Calcolo dell'energia cerca ricorrenze

L'energia associata al consumo di un alimento può essere facilmente calcolata come kcal (o kJ) moltiplicando i grammi di proteine e di carboidrati per 4 kcal (o per 17 kJ) ed i grammi di grassi per 9 kcal (o per 37 kJ) e sommando i tre valori ottenuti.

calibrazione cerca ricorrenze

Procedura di verifica (per un analizzatore a risposta lineare) dei segnali sullo zero e su un prefissato punto intermedio della scala (span).

Caloria cerca ricorrenze

Cal: la quantità di calore necessaria ad elevare da 14,5 a 15,5°C la temperatura della massa di un grammo di acqua distillata a livello del mare. Esistono diverse varianti nella definizione di caloria, ciascuna usata in determinati ambiti scientifici. 1 caloria (1 kcal) è pari a 4,184 joule. I multipli della caloria più utilizzati sono: Kilocaloria (Kcal) = 1000 calorie; Megacalorie (Mcal o MJ) = 1000.000 calorie.

Cambiamenti climatici cerca ricorrenze

Alterazione dell'equilibrio naturale del clima globale del nostro pianeta. I cambiamenti climatici principali riguardano l'aumento, in intensità e frequenza, di fenomeni estremi (uragani, temporali, inondazioni, siccità,), l'aumento del livello dei mari, la desertificazione, l'aumento di temperatura e la perdita di biodiversità. Per clima a livello globale si intende lo stato di equilibrio energetico tra il flusso totale di energia entrante sul nostro pianeta, che è quasi totalmente l'energia solare, ed il flusso totale di energia uscente dal nostro pianeta rappresentata in parte dalla radiazione solare riflessa dall'atmosfera, dalle nubi, dal suolo ed in parte dall'energia emessa o irraggiata dalla terra nel suo insieme.

Campi elettromagnetici cerca ricorrenze

CEM: sono costituiti dall’insieme dei campi elettrici, creati dal voltaggio (potenza) di una carica elettrica e dei campi magnetici, creati dallo scorrere (movimento) della carica stessa. In funzione della frequenza di oscillazione vengono definiti tutti i tipi di radiazione; le radiazioni elettromagnetiche (EM) aventi frequenze non superiori a quelle corrispondenti all'ultravioletto, sono definite radiazioni non ionizzanti. Le sorgenti naturali di campi elettromagnetici derivano principalmente da attività atmosferiche (temporali) o solari, mentre le principali sorgenti artificiali sono gli elettrodotti a media ed alta tensione, le linee elettriche di distribuzione e tutti i dispositivi alimentati a corrente elettrica alla frequenza di 50 Hz, quali elettrodomestici, videoterminali ecc.

Campionamento cerca ricorrenze

L’'ottenimento di piccole quantità di materiale (solido, liquido o gassoso) a scopo di analisi.

Campo magnetico cerca ricorrenze

Regione di spazio nella quale si manifestano azioni magnetiche, dovute a interazione tra dipoli magnetici oppure generate da conduttori percorsi da corrente elettrica. Un campo magnetico viene descritto dal vettore H, chiamato intensità del campo magnetico e definito come la forza agente su una massa magnetica unitaria. H viene misurato in Ampere/metro (A/m). Spesso si preferisce descrivere un campo magnetico mediante il vettore induzione magnetica B e ridefinire H come H = B/µ, dove µ è la permeabilità magnetica del mezzo in esame. B è misurato in Tesla (T).

Cancerogeno cerca ricorrenze

Sostanza che può favorire la formazione del tumore e la sua proliferazione.

Cancri differenziati della tiroide cerca ricorrenze

Gruppo di neoplasie che comprende carcinoma papillare e carcinoma follicolare.

Cancro cerca ricorrenze

Termine generico per indicare qualsiasi forma di tumore maligno, ovvero un gruppo di malattie degenerative, caratterizzato dalla crescita abnorme ed incontrollata delle cellule e dalla capacità di migrare verso altre parti dell'organismo, poste nelle vicinanze o distanti. Pertanto quando si parla di cancro non ci si riferisce ad un'unica malattia, bensì a diversi tipi di malattie, che hanno cause diverse e distinte, che colpiscono organi e tessuti differenti, che richiedono quindi esami diagnostici e soluzioni terapeutiche specifiche e spesso individuali.

Carattere (o fenotipo) cerca ricorrenze

Qualunque caratteristica di un organismo che si possa riconoscere in maniera iproducibile secondo criteri definiti di classificazione (caratteri qualitativi) o di misura (caratteri quantitativi). Un carattere ereditario viene definito dominante (quando è fenotipicamente espresso anche negli eterozigoti per il gene che lo controlla); recessivo (espresso fenotipicamente soltanto negli individui omozigoti per il gene che lo controlla); codominante (carattere ereditario per il quale gli individui eterozigoti esprimono fenotipicamente gli effetti di entrambi gli alleli).

Carattere ereditario monofattoriale (o mendeliano) cerca ricorrenze

Caratteristica fenotipica determinata dall'espressione di un singolo gene.

Carattere ereditario multifattoriale cerca ricorrenze

Caratteristica fenotipica risultante dall'azione congiunta di più geni e di fattori ambientali.

Caratteri sessuali cerca ricorrenze

L'’insieme delle caratteristiche fisiche che definiscono il sesso di un individuo. Si distinguono in caratteri sessuali primari, che includono gli organi dell’'apparato riproduttivo, e secondari che comprendono altre caratteristiche fisiche e anatomiche proprie delle femmine e dei maschi, come ad esempio tipologia, quantità e distribuzione dei peli.

Carboidrati cerca ricorrenze

vedi glucidi. Rappresentano la principale fonte di energia per l’'organismo.

carbon tax cerca ricorrenze

Tassazione dei combustibili energetici di origine fossile in base al loro contenuto di carbonio, viene effettuata allo scopo di ridurre le emissioni di anidride carbonica in atmosfera.

carbone attivo cerca ricorrenze

Particolare tipo di carbone, finemente macinato, caratterizzato da un enorme numero di pori nei quali possono essere adsorbite sostanze liquide o gassose.

carbossiemoglobina cerca ricorrenze

Sostanza che si forma in seguito al legame fra il monossido di carbonio e l’emoglobina nel sangue degli animali e che non è in grado di trasportare ossigeno.

carburante cerca ricorrenze

Termine utilizzato per indicare tutte le sostanze combustibili (liquide o gassose) che miscelate con un comburente, come ad esempio l’ossigeno, formano una miscela esplosiva (ad esempio la benzina).

Carcinogenesi cerca ricorrenze

La carcinogenesi (letteralmente la creazione del cancro) è il processo che trasforma cellule normali in cellule cancerose.Vedi Fasi della cancerogenesi.

carcinoma cerca ricorrenze

Tumore maligno delle cellule epiteliali.

Carcinoma della tiroide cerca ricorrenze

E' un tumore maligno della tiroide composto da cellule con un vario grado di diversità, rispetto al normale tessuto della tiroide.
Tutte le forme di cancro a carico di ghiandole prendono il nome di adenocarcinomi: nel caso della tiroide si può avere un adenocarcinoma papillare (oltre il 75% dei casi) oppure follicolare (circa il 15%).
Vi sono poi forme tumorali a carico delle cellule parafollicolari (vicine a quelle che producono gli ormoni) dette carcinoma midollare della tiroide (meno del 5% dei casi).
Una forma particolarmente aggressiva, ma per fortuna rara (meno dell'1% dei carcinomi tiroidei), è il cosiddetto carcinoma anaplastico della tiroide che dà precocemente metastasi a distanza.

Carcinoma follicolare della tiroide cerca ricorrenze

E' uno dei tumori della tiroide definiti differenziati.

Carcinoma papillare della tiroide cerca ricorrenze

E' uno dei tumori della tiroide definiti differenziati.

Cardiovascolare cerca ricorrenze

Termine che indica qualcosa che coinvolga il cuore e i vasi sanguigni. In particolare, le malattie cardiovascolari sono quelle che provocano danni o alterazioni delle funzioni di cuore e vasi: ipertensione, ictus e infarto del miocardio.

Cariocinesi cerca ricorrenze

Vedi “Mitosi”.

Cariotipo cerca ricorrenze

Schema ordinato del corredo cromosomico di una cellula, nel quale i singoli cromosomi sono identificati in base alle loro caratteristiche morfologiche. Nei preparati non bandeggiati sono utilizzati come parametri: la lunghezza relativa del cromosoma (classifica i cromosomi in ordine decrescente di lunghezza); l'indice dei bracci cromosomici (definito come rapporto tra braccio lungo q e braccio corto p); l'indice centromerico (definito come rapporto tra la lunghezza del braccio corto e la lunghezza totale del cromosoma).

Carotenoide cerca ricorrenze

Pigmento accessorio, giallo o arancione, presente nei cloroplasti. I carotenoidi assorbono lunghezze d'’onda che non possono essere assorbite dalla clorofilla, aumentando così lo spettro di colori che possono essere usati per la fotosintesi.

Catabolismo cerca ricorrenze

Insieme dei processi biochimici che comportano la demolizione delle grosse cellule organiche in costituenti più piccoli.

catalisi cerca ricorrenze

Fenomeno per cui una piccola quantità di una sostanza accelera notevolmente una reazione chimica, senza essere consumata.

catalizzatore cerca ricorrenze

Materiale utilizzato per aumentare la velocità e la selettività delle reazioni chimiche. Il catalizzatore non prende parte alla reazione chimica e può essere nella stessa fase dei reagenti (catalisi omogenea: reagenti in fase gassosa e catalizzatori in fase gassosa) o in fase diversa (catalisi eterogenea: reagenti in fase gassosa o liquida e catalizzatore solido). Il catalizzatore perde la sua attività con l’uso e deve essere periodicamente rigenerato o sostituito.

Catecolamine cerca ricorrenze

Molecole utilizzate dal sistema nervoso per trasmettere stimoli. Le principali sono: adrenalina, noradrenalina e dopamina. Il loro effetto finale dipende dal recettore al quale si legano.

categorie di carcinogenicità cerca ricorrenze

Sulla base dei dati scientifici a disposizione l'ACGIH (association advancing occupational and environmental health) ha suddiviso le sostanze aerodisperse in:

  • A1 : carcinogeno riconosciuto per l'uomo;
  • A2 : carcinogeno sospetto per l'uomo;
  • A3 : carcinogeno riconosciuto per l'animale con rilevanza non nota per l'uomo;
  • A4 : non classificabile come carcinogeno per l'uomo;
  • A5 : non sospetto come carcinogeno per l'uomo.
catena alimentare cerca ricorrenze

Sequenza di trasferimento di materia ed energia in forma di cibo da un organismo all’altro fra i vari livelli trofici; la catena alimentare può comportare un accumulo di sostanze tossiche negli organismi delle specie dei livelli più alti.

Catetere cerca ricorrenze

Si chiamano così, in generale, i dispositivi, spesso in forma di tubi, che vengono introdotti negli organi cavi. Il catetere vescicale è un tubicino in lattice o silicone che viene introdotto in vescica attraverso l'uretra per favorire la fuoriuscita dell'urina all'esterno.

cationi basici cerca ricorrenze

Ioni carichi positivamente come il magnesio, il sodio, il potassio ed il calcio che incrementano il valore di pH dell’acqua (rendendola meno acida) quando sono rilasciati in soluzione.

cDNA cerca ricorrenze

Vedi “DNA complementare”.

Celiachia cerca ricorrenze

E'’ una patologia che si sviluppa a carico dell'’intestino, con meccanismi di autoimmunità, in bambini e in adulti che presentano una reattività anomala del sistema immunitario nei confronti di componenti del glutine. La diffusione di questa malattia, che può provocare sintomi a carico di stomaco e intestino, ma anche di altri organi, è sicuramente in aumento, rispetto al passato, ma non sempre la diagnosi è formulata in modo corretto. Solo la raccolta di campioni di mucosa dell'’intestino, in particolare di un suo tratto denominato digiuno, e la loro valutazione al microscopio conferma la presenza della malattia.

Cellula cerca ricorrenze

Unità morfologica e funzionale degli organismi animali e vegetali, delimitata esternamente da una membrana cellulare, che per altro si ritrova anche al suo interno a delimitare organuli o inclusi. Il comparto racchiuso dalla membrana cellulare è divisibile, negli organismi eucarioti, in due componenti principali: il citoplasma, nella cui matrice sono contenuti gli organuli cellulari (ad esempio, mitocondri, reticolo endoplasmatico, apparato di Golgi); il nucleo circondato da un involucro a doppia membrana e contenente gli acidi nucleici (DNA e RNA), i quali dirigono la sintesi di tutte le proteine cellulari (vedi procarioti ed eucarioti).

Cellula germinale cerca ricorrenze

Cellula aploide deputata alla funzione riproduttiva, precursore dei gameti, distinta dalle cellule diploidi definite somatiche. Nell'uomo sono rappresentate dalla cellula uova e dallo spermatozoo.

Cellula staminale cerca ricorrenze

Cellula non specializzata che si rinnova attraverso la divisione cellulare per un periodo indefinito di tempo e che può trasformarsi in cellule specializzate di vari tessuti dell'organismo. Grazie a questa proprietà le cellule staminali hanno la capacità di riparare organi danneggiati rimpiazzando cellule morte o non più funzionanti.

Cellule di Leydig cerca ricorrenze

Cellule presenti nei testicoli, che producono testosterone.

Cellule di Sertoli cerca ricorrenze

Cellule dell’'epitelio germinativo dei testicoli alle quali sono attaccate le cellule che evolvono dallo stadio di cellule germinali e quello di spermatozoi.

Cellule endocrine intestinali cerca ricorrenze

Cellule distribuite nella parete dell'’intestino che producono e liberano ormoni di vario tipo, alcuni attivi sull'’intestino stesso, altri che sviluppano il loro effetto su diversi organi e apparati.

Cellule NK cerca ricorrenze

Le cellule Natural Killer o cellule NK o Linfociti NK sono cellule del sistema immunitario, particolarmente importanti nel riconoscimento e distruzione di cellule tumorali e infette da virus. Sono in grado inoltre di produrre citochine, come l'interferone gamma (che attiva i macrofagi), TNF, GM-CSF. Un'altra denominazione è quella di grandi linfociti granulari a causa delle dimensioni maggiori rispetto ai linfociti B e T e per la presenza di granuli preformati nel citoplasma, contenenti i mediatori della loro citotossicità. Le NK non necessitano di attivazione, avendo un sistema di riconoscimento del target del tutto diverso e indipendente dal "riconoscimento dell'antigene" caratteristico degli altri linfociti (T e B) ed essendo prive dei complessi recettoriali TCR e BCR. Le NK infatti esplicano un'importante azione come prima difesa, tipica dell'immunità innata.

Cellule somatiche cerca ricorrenze

Tutte le cellule che formano un organismo, escluse le cellule della linea germinale.

Cellulosa cerca ricorrenze

Zucchero polisaccaride non digeribile dal nostro organismo e principale componente della fibra alimentare.

CEM cerca ricorrenze

vedi Campi elettromagnetici

cenere cerca ricorrenze

Il contenuto minerale di un prodotto dopo la sua completa combustione.

Centriolo cerca ricorrenze

Struttura della cellula animale formata da cilindri di triplette di microtubuli organizzati secondo lo schema 9 + 0. Una cellula animale, solitamente, possiede un paio di centrioli che sono coinvolti nella divisione cellulare. Nello spermatozoo è presente nel tratto intermedio dello spermatozoo e determina i movimenti della coda della cellula e quindi la progressione della cellula.

Centromero cerca ricorrenze

Regione di un cromosoma dove i due cromatidi identici sono uniti e dove si attaccano le fibre del fuso nel corso della mitosi e della meiosi. Il centromero si rompe all’'inizio dell’'anafase durante la mitosi e nell'’anafase II durante la meiosi.

Centrosoma cerca ricorrenze

Regione presente nel citoplasma delle cellule eucariotiche, importante durante la divisione cellulare. Centro di organizzazione dei microtubuli.

cere cerca ricorrenze

Materiali solidi o semisolidi derivati da distillati o residui di petrolio. Di colore chiaro, di massa cristallina più o meno traslucida, leggermente grasse al tocco, sono costituite da una mistura di idrocarburi solidi nei quali il gruppo delle paraffine è predominante. Sono utilizzate principalmente come rivestimenti protettivi delle superfici.

Challenge test cerca ricorrenze

In italiano chiamato “test di scatenamento” o “di provocazione” o ancora “di esposizione”, è un esame che conferma o esclude l’'allergia a una determinata sostanza. Si somministrano dosi crescenti di un determinato allergene finché si ottiene una reazione allergica oppure il soggetto dimostra di poter tollerare quella sostanza. E’' un test molto usato nella diagnosi delle allergie alimentari e da farmaci. A causa del rischio di shock anafilattico questa prova va eseguita sotto stretto controllo medico e prendendo le opportune precauzioni.

Chemiocettore cerca ricorrenze

Recettore che rileva i cambiamenti chimici all’'interno del corpo oppure la presenza di molecole specifiche nell’'ambiente esterno.

Chemioterapia cerca ricorrenze

Trattamento farmacologico a base di sostanze chimiche utilizzato come cura contro il cancro

cherosene cerca ricorrenze

Miscela di idrocarburi ottenuta come frazione intermedia tra benzina e gasolio nella distillazione primaria del petrolio grezzo.

chetone cerca ricorrenze

Nome generico dato ai derivati carbonilici secondari R-CO-R' dove R e R' sono due gruppi idrocarburici identici o differenti.

Chiasmi cerca ricorrenze

Punti di scambio della cromatina tra cromatidi non-fratelli evidenziabili nella profase della meiosi I. I chiasmi sono le regioni (a forma di croce) a livello delle quali si è verificato il crossing-over. Il numero dei chiasmi varia da cromosoma a cromosoma.

Chilobase cerca ricorrenze

Mille paia di basi di una sequenza di DNA.

Chilocaloria (kcal) cerca ricorrenze

Secondo la definizione fisica, una chilocaloria è la quantità di calore necessaria per portare 1 Kg di acqua da 14,5°C a 15,5°C alla pressione di un'atmosfera. Da un punto di vista pratico i nutrienti energetici (carboidrati, proteine e grassi) forniscono all'organismo umano l'energia (espressa in Kilocalorie-Kcal) necessaria per lo svolgimento di tutte le funzioni biologiche. Carboidrati e proteine forniscono 4 kcal/g, i grassi 9 kcal/g. 1 kcal = 1000 cal

Chilojoule (kJ) cerca ricorrenze

Il chiloJoule è una unità di misura dell'energia e rappresenta la forza necessaria per muovere 1 kg lungo la distanza di 1 m con un'accelerazione di 1 m/sec2. Carboidrati e proteine forniscono 17 kJ/g, i grassi 37 kJ/g.

Cibo cerca ricorrenze

Termine generico del linguaggio comune che indica tutto ciò che si mangia, cioè che è edibile per l’'essere umano.

Ciclo cellulare cerca ricorrenze

Il ciclo cellulare, o ciclo di divisione cellulare (CDC), è un processo geneticamente controllato, costituito da una serie di eventi coordinati e dipendenti tra loro, che avvengono in una cellula tra una divisione cellulare e quella successiva, e dai quali dipende la corretta proliferazione delle cellule. La Mitosi o fase M avviene in maniera ordinata ed attraverso la separazione dei cromatidi fratelli, assicura che le due cellule figlie ricevano copie identiche di ciascun cromosoma del corredo diploide. Tra una divisione e l’altra, cioè per la maggior parte del tempo, la cellula eucariotica si trova nella condizione di interfase: durante questo periodo, la cellula svolge un’intensa attività metabolica e aumenta le proprie dimensioni. Durante la fase mitotica si verificano invece la mitosi e la citodieresi.
La durata del ciclo cellulare varia col variare della specie, del tipo di cellula e delle condizioni di crescita. Gli eventi molecolari che controllano il ciclo cellulare sono ordinati e direzionali: ogni processo è la diretta conseguenza dell'evento precedente ed è la causa di quello successivo. Ė caratterizzato da cinque fasi:
• G1 (dall’inglese “gap”, varco): la più lunga dell’intero ciclo, in cui la cellula si rifornisce di nutrienti e cresce di dimensione; ogni cromosoma, e quindi ciascun allele, è rappresentato da una sola doppia elica di DNA; avviene l'espressione di molti geni attraverso la trascrizione in mRNA nel nucleo e la sintesi delle corrispondenti proteine nel citoplasma;
• S (sintesi DNA): durante questa fase avviene la duplicazione semiconservativa dell'intero genoma: tutti i cromosomi vengono duplicati in vista della divisione cellulare affinché il patrimonio genetico venga equamente diviso tra le due cellule figlie.
• G2: equivalente alla G1, la cellula continua ad accrescersi e a prepararsi alla fase successiva. In questa fase ogni cromosoma, e quindi ciascun allele, è rappresentato da due doppie eliche di DNA, tra loro identiche, nella cromatina dei due cromatidi fratelli che si separeranno nella successiva fase M;
• M (mitosi): la cellula si divide in due cellule figlie, ognuna fornita del completo patrimonio genetico a 23 coppie di cromosomi.

Ciclo mestruale cerca ricorrenze

E' il complesso di modificazioni che si verificano periodicamente in organi e tessuti dell’'apparato riproduttivo femminile durante la vita riproduttiva. La durata normale del ciclo mestruale è di 28-30 giorni e si conclude con la mestruazione.

Ciclo ovarico cerca ricorrenze

Insieme delle fasi di sviluppo di ovocita e relativo follicolo che comincia dopo ogni mestruazione, comporta l'’ovulazione e il successivo sviluppo del corpo luteo. Corrisponde al ciclo mestruale, ma visto dalla prospettiva di ovocita e follicolo.

Circonferenza della vita cerca ricorrenze

Variabile che valuta la distribuzione del tessuto adiposo nell’'addome. Una circonferenza superiore a 102 centimetri nei maschi e a 88 cm nelle femmine è considerata a rischio di sviluppare malattie metaboliche come il diabete.

Cisti cerca ricorrenze

Si definiscono così delle strutture caratterizzate da una cavità intorno alla quale si trova uno strato più o meno spesso di tessuto. Dimensioni, contenuto e localizzazione possono essere le più varie. Importanti le cisti delle ovaie che, quando particolarmente numerose e associate ad altri segni e sintomi, definiscono la presenza di una Sindrome dell’'Ovaio Policistico. Analogamente per il rene.

Citochine cerca ricorrenze

Le citochine sono molecole proteiche prodotte da vari tipi di cellule e secrete nel mezzo circostante di solito in risposta ad uno stimolo in grado di modificare il comportamento di altre cellule inducendo nuove attività come crescita, differenziazione e morte. Le citochine sono mediatori non antigene-specifici, che fungono da segnali di comunicazione fra le cellule del sistema immunitario e fra queste e diversi organi e tessuti. La loro azione di solito è locale, ma talvolta può manifestarsi su tutto l'organismo. Le citochine possono quindi avere un effetto autocrino (modificando il comportamento della stessa cellula che l'ha secreta), o paracrino (modificano il comportamento di cellule adiacenti). Alcune citochine possono invece agire in modo endocrino, modificando cioè il comportamento di cellule molto distanti da loro. Hanno una vita media di pochi minuti. Le citochine prodotte da cellule del sistema immunitario sono dette linfochine o interleuchine (IL).

Citogenetica cerca ricorrenze

Ramo della genetica che ha per oggetto lo studio morfologico della struttura, della topologia e della funzione dei cromosomi.

Citoplasma cerca ricorrenze

Parte della cellula delimitata dalla membrana e che comprende le strutture che la compongono e le permettono di svolgere le sue funzioni, come mitocondri, reticolo ergastoplasmatico, apparato del Golgi e altre ancora; il liquido nel quale tali strutture sono immerse è denominato citosol.

Citoscheletro cerca ricorrenze

Rete di filamenti proteici (microtubuli, microfilamenti, filamenti intermedi) che fornisce un sostegno strutturale a una cellula eucariotica e partecipa ad eventi meccanici e di trasporto.

citotossico cerca ricorrenze

Che provoca danno alla struttura o alle funzioni cellulari.

Citotrofoblasto cerca ricorrenze

Cellule a rapida proliferazione ottenute dai villi coriali fetali prelevati per aspirazione; vengono usate per l’'analisi del DNA e del cariotipo.

Claim cerca ricorrenze

Claim = indicazione.

Qualunque messaggio o rappresentazione, anche grafica o simbolica, che affermi, suggerisca o sottintenda che un alimento ha caratteristiche particolari (Codex Alimentarius, 2001; WHO, 2004)

Claims nutrizionali cerca ricorrenze

Indicazione nutrizionale (Nutrient claim): Qualunque indicazione che affermi, suggerisca o sottintenda che un alimento abbia particolari proprietà nutrizionali, dovute:
a. all’energia (kcal.) che apporta, apporta a tasso ridotto o accresciuto, o non apporta, e/o
b. alle sostanze nutritive o di altro tipo che contiene, contiene in proporzioni ridotte o accresciute, o non contiene.
Tra gli esempi tipici figurano indicazioni del tipo “a basso contenuto di grassi”, “fonte di acidi grassi omega-3” o “ricco di fibre”.

Claims salutistici cerca ricorrenze

Indicazione sulla salute (Health claim): Qualunque indicazione che affermi, suggerisca o sottintenda l’esistenza di un rapporto tra una categoria di alimenti, un alimento o uno dei suoi componenti e la salute (essenzialmente benefici per la salute).
Una indicazione deve essere provata scientificamente considerando tutti i dati disponibili, e pesandone l’evidenza.
Vi sono diversi tipi di indicazioni sulla salute. Per esempio le affermazioni secondo cui un prodotto alimentare può contribuire a rafforzare le difese naturali dell’organismo o favorire la capacità di apprendimento sono chiamate indicazioni “funzionali generiche”. Oppure le affermazioni sulla diminuzione del rischio di contrarre una malattia, o ancora le dichiarazioni relative a sostanze nutritive o di altro genere che possono migliorare o comunque modificare il normale funzionamento del nostro organismo, del tipo “Gli steroli vegetali hanno dimostrato di ridurre i livelli di colesterolo, fattore di rischio per lo sviluppo di cardiopatie coronariche” o “Il calcio può contribuire ad accrescere la densità ossea”.

classificazione dell’IARC cerca ricorrenze

L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) classifica gli agenti (sostanze, miscugli, ecc.) secondo questo ordine:

Gruppo 1 – L’agente è cancerogeno per gli esseri umani

Gruppo 2A – L’agente è probabilmente cancerogeno per gli esseri umani

Gruppo 2B – E’ possibile che l’agente sia cancerogeno per gli esseri umani

Gruppo 3 – L’agente non è classificabile come cancerogeno per gli esseri umani

Gruppo 4 – L’agente è probabilmente non cancerogeno per gli esseri umani

clean room cerca ricorrenze

Ambiente confinato (camera sterile) nel quale la concentrazione di particelle aeroportate è mantenuta sotto controllo per attenersi ad una specifica classe di pulizia.

clima cerca ricorrenze

Il complesso delle condizioni atmosferiche medie nella loro abituale successione al di sopra di una regione, di solito considerato in un lasso di circa 30 anni. Il clima non è il tempo meteorologico (che definisce lo stato atmosferico in un breve lasso di tempo). Gli elementi climatici comprendono le precipitazioni, la temperatura, l’umidità, il soleggiamento, la velocità del vento e fenomeni come la nebbia, i temporali, la brina, ecc.

climatizzazione cerca ricorrenze

In un ambiente confinato è il conseguimento e il mantenimento delle condizioni termiche, igrometriche e qualitative tali da garantire il benessere delle persone presenti.

Clonaggio (o clonazione) cerca ricorrenze

Produzione di un insieme di copie identiche (cloni) di molecole, cellule o organismi.
1) Isolamento di una cellula, e quindi delle cellule da questa derivate, a formare una linea cellulare di elementi identici tra loro (clonaggio cellulare).
2) Impiego delle tecniche del DNA ricombinante per inserire una specifica sequenza di DNA in un opportuno vettore allo scopo di ottenerne la propagazione in numerose copie attraverso l'amplificazione clonale delle cellule in cui tale vettore è stato inserito (clonaggio molecolare propriamente detto). Il termine viene anche usato per indicare:
3) Generazione di un individuo con patrimonio genetico identico ad un solo individuo parentale, nel caso di organismi che si riproducono sessualmente. A tal fine, viene introdotto il nucleo diploide di una cellula somatica (in fase G0, vedi ciclo cellulare) in un gamete femminile privato del proprio nucleo.

Clonaggio per posizione (positional cloning) cerca ricorrenze

Strategia per clonare un gene attraverso la definizione via via più precisa della sua posizione in mappe genetiche e fisiche, fino all'identificazione della corrispondente sequenza di DNA in cloni genomici e/o di cDNA.

Clone cerca ricorrenze

Popolazione di cellule o organismi aventi lo stesso genotipo, in quanto derivati da un unico progenitore. Per estensione, in biologia molecolare il termine è usato per indicare una colonia di microrganismi contenenti una specifica sequenza di DNA inserita in un vettore.

cloracne cerca ricorrenze

Eruzione cutanea simile all’acne dovuta all’esposizione a certe sostanze organiche clorinate come i bifenili policlorinati o la 2,3,7,8-tetraclorodibenzo-p-diossina.

Cloro cerca ricorrenze

Elemento appartenente al gruppo degli alogeni. Il cloro è il principale minerale elemento (è uno ione con carica negativa, un anione) intra ed extra-cellulare. Il cloro è presente essenzialmente come cloruro di sodio, il comune sale da cucina, e, analogamente al sodio, interviene nella regolazione del bilancio idro-elettrolitico. È inoltre il principale componente acido del succo gastrico. In circostanze normali non si verifica un deficit alimentare di cloro.
Sottoforma di molecole biatomiche si presenta come un gas giallo-verdastro, velenoso, soffocante e caratterizzato da un odore molto forte. E’ altamente reattivo e si combina con la maggior parte degli elementi.

Clorofille cerca ricorrenze

Pigmenti per l’assorbimento della luce nelle piante verdi e negli altri organismi fotosintetici.

clorofluorocarburo o CFC cerca ricorrenze

Un composto costituito da cloro, fluoro e carbonio.

I CFC sono composti molto stabili nella troposfera. Si spezzano per l’intensa azione della luce ultravioletta nella stratosfera e rilasciano gli atomi di cloro che alterano lo strato di ozono. Questi composti sono comunemente utilizzati come refrigeranti, solventi ed agenti propellenti. I più comuni CFC sono i CFC-11, CFC-12, CFC-113, CFC-114, and CFC-115. il potenziale di danno all’ozono (ozone depletion potential ODP) per ognuno dei CFC citati è rispettivamente: 1, 1, 0.8, 1 e 0.6. I CFC sono numerati sulla base di uno schema normativo.

Cloroformio, CHCl3 cerca ricorrenze

Composto organico clorurato che è stato utilizzato su larga scala in anestesia sino al 1940. La concentrazione nell’aria in misura dell’1,5% in volume è sufficiente per assicurare l'anestesia chirurgica, ma già al 2% risulta mortale. Per questo motivo è stato sostituito da anestetici più sicuri come il protossido di azoto, l’alotano, l’isofluorano, il sevorano ed il desfluorano.

Cloroplasto cerca ricorrenze

organulo cellulare esclusivo degli organismi vegetali; al suo interno avviene la fotosintesi clorofilliana, processo che consente di sintetizzare glucosio utilizzando energia solare, anidride carbonica e acqua.

CNC (Combustibili non Convenzionali) cerca ricorrenze

Scarti derivanti da processi di differenti lavorazioni che, grazie al loro potere calorifico e al non elevato contenuto di sostanze inquinanti, possono essere utilizzati in parziale sostituzione di altri combustibili in alcuni processi di combustione.

CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) cerca ricorrenze

Ente nazionale di ricerca con competenza scientifica generale. Tramite i numerosi istituti scientifici distribuiti sul territorio svolge varie attività di interesse fondamentale perseguendo l'avanzamento della scienza ed il progresso del Paese.

Co-cancerogeni cerca ricorrenze

o fattori promuoventi sono quei composti che non presentano potere oncogeno di per sé, ma che sono in grado di aumentare gli effetti delle sostanze inizianti.

Coadiuvanti cerca ricorrenze

sostanze impiegate dall’'industria alimentare nei processi di lavorazione degli alimenti e che comunque non svolgono alcuna funzione nutritiva.

cocarcinogeno cerca ricorrenze

Fattore chimico, fisico o biologico che intensifica l’effetto di un carcinogeno.

Codice genetico cerca ricorrenze

Sistema di codificazione mediante il quale l'informazione genetica presente nel DNA sotto forma di sequenze nucleotidiche viene tradotta tramite l'RNA messaggero (mRNA) e l'RNA transfer (tRNA) nel linguaggio aminoacidico delle proteine. Per codice genetico si intendono le regole di corrispondenza tra le possibili “triplette” - sequenze di tre nucleotidi adiacenti - ed i diversi aminoacidi codificati o i segnali di inizio e di fine della traduzione dell'mRNA. Si parla di “universalità del codice” in quanto tutti gli organismi (tranne rare eccezioni) usano lo stesso codice genetico.

Codominante (Carattere) cerca ricorrenze

Carattere ereditario per il quale gli individui eterozigoti esprimono fenotipicamente gli effetti di entrambi gli alleli.

Codone cerca ricorrenze

L'’unità di base del codice genetico; sequenza di tre nucleotidi di mRNA che codifica per un particolare amminoacido o costituisce il segnale di inizio o di fine catena di un polipeptide.

Coenzima cerca ricorrenze

molecola necessaria affinché un ’enzima possa svolgere la sua funzione.

Coenzima Q10 cerca ricorrenze

Il coenzima Q10 è una sostanza simile per struttura alla vitamina E, necessario per la produzione di energia e quindi per la respirazione e rigenerazione cellulare. Oltre alle sue riconosciute proprietà di tonico cardiaco e attivatore del metabolismo cellulare, il coenzima Q10 è anche un potente antiossidante ed uno “spazzino” di radicali liberi. Le sue proprietà antiossidanti sono considerate superiori a quelle della stessa vitamina E.

Cofattore cerca ricorrenze

Sostanza di natura non proteica (per esempio un atomo di rame, ferro o zinco, o una molecola organica) necessaria a un enzima per catalizzare una reazione metabolica. I cofattori possono rimanere permanentemente legati al sito attivo oppure interagire debolmente con il substrato durante la catalisi. Vedi anche: coenzima

cogenerazione cerca ricorrenze

Produzione di due utili forme di energia quali il calore ad alta temperatura e l’elettricità da uno stesso processo. Per esempio, quando si fa bollire l’acqua per generare elettricità il vapore prodotto può essere destinato a processi industriali o al riscaldamento.

Colesterolo cerca ricorrenze

E' un composto naturale del nostro organismo solubile nei grassi con un ruolo essenziale a livello metabolico. Non è “nutriente essenziale” (vedi) per il nostro organismo in quanto è possibile una sintesi endogena. E' presente solo negli alimenti di origine animale (uova, carni rosse, derivati del latte e alcuni molluschi) e, nelle giuste quantità; è importante per la salute del sistema nervoso e delle membrane cellulari. E' il precursore di una molecola poi trasformata in vitamina D. Le nostre ghiandole sessuali e surrenali impiegano il colesterolo per fabbricare alcuni ormoni. Il fegato converte il colesterolo in sali biliari per una buona digestione. Solo il 10-15% del colesterolo nel sangue proviene dall'alimentazione, mentre il resto è prodotto autonomamente dal fegato. Valori di colesterolo circolante costantemente superiori ai valori soglia possono causare, nel lungo periodo, problemi al sistema cardiovascolare. Si distingue un “colesterolo cattivo” o LDL-colesterolo che costituisce un rischio per l’'aterosclerosi e la malattie cardiovascolari, ed un “colesterolo buono” o HDL-colesterolo che previene il fenomeno aterosclerotico.

Collo dell’'utero o cervice uterina cerca ricorrenze

L'utero è l'organo dell'apparato femminile dove viene accolto e si sviluppa l'embrione nel corso della gravidanza. Ha la forma di un imbuto rovesciato ed è formato da due parti principali: la parte superiore chiamata corpo dell'utero e l'estremità inferiore detta collo o cervice.
Il tumore della cervice uterina è una malattia dovuta alla moltiplicazione incontrollata di alcune cellule situate a livello della giunzione squamo-colonnare che si trasformano in cellule maligne. Il cancro del collo dell’utero (o della cervice uterina) è al secondo posto nel mondo, dopo quello della mammella, tra i tumori che colpiscono le donne e rappresenta nel mondo la prima causa di morte per neoplasia ginecologica; quasi la metà dei casi si registra tra le donne di età compresa tra i 35 e i 55 anni.
Una diagnosi precoce è importante per trattare la malattia nella sua fase iniziale, quando le possibilità di guarigione sono più elevate. Il test impiegato finora nello screening per il cancro del collo dell’utero è il Pap-test.
Il tumore è causato da un’infezione persistente da papillomavirus umano (HPV), che si trasmette per via sessuale ed è molto frequente soprattutto nelle persone giovani. La maggior parte delle infezioni regredisce spontaneamente, quando invece l’infezione persiste nel tempo si formano lesioni nel tessuto del collo dell’utero che possono evolvere in cancro. Fattori che contribuiscono all’insorgenza del cancro sono: il fumo di sigaretta, le abitudini sessuali, la presenza in famiglia di parenti stretti con questo tumore, una dieta povera di frutta e verdura, l'obesità.

comburente cerca ricorrenze

Un corpo che, combinandosi con un altro, dà luogo alla combustione di quest'ultimo (ad es. l’ossigeno è il comburente nella combustione della legna).

combustibile cerca ricorrenze

Un materiale o una sostanza che dà una reazione di combustione. Sulla base dello stato in cui si presentano a temperatura e pressione normale, i combustibili si distinguono in solidi, liquidi o gassosi. Vengono utilizzati per generare riscaldamento, luce, vapore o energia. Quelli utilizzati per alimentare i motori a combustione interna sono detti carburanti.

combustibile fossile cerca ricorrenze

Sostanze combustibili di origine vegetale o animale (petrolio, carbone, gas naturale, oli pesanti); si sono originate nel corso di milioni di anni per l’esposizione ad elevati valori di pressione e calore all’interno della crosta terrestre. 

L’utilizzo di questi prodotti comporta la liberazione in atmosfera di anidride carbonica e spesso di idrocarburi incombusti, metano e monossido di carbonio (molti di queste sostanze, tra l’altro si ossidano lentamente in atmosfera fino alla generazione di biossido di carbonio).

combustione cerca ricorrenze

Ossidazione chimica accompagnata da generazione di luce e calore.

comparabilità cerca ricorrenze

il processo per identificare e valutare le differenze e le caratteristiche in comune tra due o più campioni, misure, risultati di monitoraggio, ecc. La comparabilità è collegata all’incertezza, alla tracciabilità per un riferimento specificato, al tempo di mediazione ed alla frequenza.

Complementarietà cerca ricorrenze

Regola generale di appaiamento delle basi negli acidi nucleici per cui una adenina si appaia sempre con una timina (o un uracile nel caso dell'RNA) e una guanina si appaia sempre con una citosina (e viceversa).

Complesso maggiore di istocompatibilità cerca ricorrenze

Il complesso maggiore di istocompatibilità o, in inglese, Major Histocompatibility Complex (MHC) è un gruppo di geni polimorfici costituito da 30 unità (tuttora individuate), localizzato sul braccio corto del cromosoma 6 (nel topo sul cromosoma 17). Le più conosciute codificano per proteine espresse sulla membrana cellulare le quali hanno la funzione di farsi riconoscere da parte dei linfociti T, ma contiene i geni anche di altri importanti peptidi come la 21 idrossilasi, le frazioni del complemento C4B, C4A, BF e C2, la proteina chaperone HSP70 (Heat Shock Proteins cioè proteine indotte da danno termico) e i geni della famiglia del TNF (Tumor Necrosis Factor o Fattore di Necrosi Tumorale). Nell'uomo l'MHC viene chiamato antigene leucocitario umano (Human Leukocyte Antigen: HLA).
I prodotti genici tipici del complesso MHC sono proteine che, in cellule tissutali nucleate infettate, legano molecole tipiche del patogeno e le espongono sulla membrana. Prendono così funzione di antigeni che rendono visibili le cellule infette ai recettori dei linfociti T. La principale funzione dei linfociti T è la difesa contro i microrganismi intracellulari e l'attivazione di altre cellule, come i macrofagi e i linfociti B. Queste funzioni richiedono che i linfociti T interagiscano con altre cellule, che possono essere cellule dell'ospite infettate, cellule dendritiche, macrofagi o linfociti B. I linfociti T sono capaci di interagire con queste cellule poiché i loro recettori per l'antigene sono in grado di riconoscere solamente antigeni esposti sulla superficie di altre cellule. L'esposizione degli antigeni sulla membrana cellulare per il loro riconoscimento da parte delle cellule T avviene per mezzo di speciali proteine che sono codificate dai geni in un locus chiamato complesso maggiore di istocompatibilità (MHC). Quindi la funzione fisiologica delle molecole MHC è la presentazione di peptidi ai linfociti T. Vi sono due principali prodotti dei geni dell'MHC, chiamati molecole MHC di classe I e molecole MHC di classe II, che discriminano fra diversi tipi di proteine antigeniche, cioè antigeni citosolici intracellulari e antigeni extracellulari che sono stati fagocitati. Le molecole di classe I presentano i peptidi ai linfociti T citotossici (CTL) CD8+ e le molecole di classe II ai linfociti T helper CD4+.

Componente bioattivo dell'alimento cerca ricorrenze

Microcomponente dell'’alimento non riconoscibile come nutriente, che può avere effetti significativi (in genere positivi) per lo stato di salute e benessere dell’'essere umano. Sono componenti bioattivi: carotenoidi, polifenoli e altre sostanze fenoliche, fitosteroli, fitoestrogeni, composti organosolfurati, prebiotici, probiotici, sostanze nervine etc.

Comportamento di consumo di alcol a rischio per la salute cerca ricorrenze

- il consumo che eccede: 2 unità alcoliche al giorno per l’uomo; 1 unità alcolica al giorno per la donna; 1 unità alcolica al giorno per gli anziani di 65 anni e più; il consumo di almeno una bevanda alcolica nell’anno per i giovani al di sotto dei 18 anni.

- il consumo di 6 o più bicchieri di bevande alcoliche in un’unica occasione (binge drinking);

Composizione corporea cerca ricorrenze

Composizione dell'’organismo in termini di massa magra e massa grassa.

compost cerca ricorrenze

Materiale organico di origine vegetale e animale parzialmente decomposto che può essere utilizzato come fertilizzante.

compostaggio cerca ricorrenze

Parziale decomposizione di materiale organico animale e vegetale ad opera di batteri aerobici che porta alla produzione di compost.

composti organici volatili (Volatile Organic Compounds, VOC) cerca ricorrenze

Composti organici che evaporano rapidamente in atmosfera a temperature comuni. I VOC contribuiscono in modo significativo alla produzione dello smog fotochimico e alla comparsa di diverse patologie.

composto cerca ricorrenze

Combinazione di due o più differenti elementi chimici uniti fra loro da legami chimici.

composto inorganico cerca ricorrenze

Combinazione di due o più elementi diversi da quelli presenti nei composti organici.

composto organico cerca ricorrenze

Molecola che contiene atomi di carbonio, di solito combinati anche con atomi di altri elementi come l’idrogeno, l’ossigeno, l’azoto, lo zolfo, il fosforo, il cloro o il fluoro.

Comunicazione cerca ricorrenze

Processo relazionale grazie al quale due o più individui condividono un insieme di cognizioni. L'’informazione è quindi solo un aspetto della comunicazione, la quale prevede invece meccanismi sociali ben più ampi.

Comunicazione efficace cerca ricorrenze

Una comunicazione è efficace se è in grado di trasmettere un messaggio che viene recepito e fatto proprio da chi lo riceve, che adegua i propri comportamenti ai nuovi livelli di conoscenza

concentrazione cerca ricorrenze

L’ammontare di una sostanza chimica in un dato volume di aria, acqua, terreno o altro mezzo.

concentrazione letale cerca ricorrenze

Concentrazione di una sostanza potenzialmente tossica in un mezzo e che provoca la morte dopo un certo periodo di esposizione.

concentrazione letale assoluta (LC100) cerca ricorrenze

La più bassa concentrazione di una sostanza alla quale avviene il decesso del 100% degli organismi testati in condizioni ben definite. Il valore dipende dal numero degli organismi utilizzati nell’accertamento.

concentrazione minima letale (LCmin) cerca ricorrenze

La più bassa concentrazione di una sostanza tossica in un mezzo ambiente che uccide gli organismi testati in condizioni ben definite.

Concepimento cerca ricorrenze

Il termine definisce l’'avvenuta fecondazione dell'’ovocita da parte dello spermatozoo.

condensazione degli inquinanti cerca ricorrenze

Processo industriale utilizzato per l’eliminazione da effluenti gassosi di inquinanti presenti in forma di vapori condensabili; tale processo avviene in genere con un abbassamento di temperatura e la conseguente conversione della sostanza in fase gassosa in uno stato liquido o solido.

condizionamento dell’aria cerca ricorrenze

Trattamento volto al raggiungimento delle condizioni termoigrometriche e qualitative necessarie al benessere delle persone presenti in un ambiente confinato.

congenere cerca ricorrenze

Sostanza che per struttura, funzione od origine è simile ad un’altra.

Congiuntivite cerca ricorrenze

E' l'’infiammazione della congiuntiva, la membrana che ricopre l'’interno della palpebra e l'’esterno del bulbo oculare.

Congiuntivite allergica cerca ricorrenze

E'’ la forma più comune di reazione allergica che si manifesta agli occhi. È un'’infiammazione della congiuntiva che si manifesta con sintomi come arrossamenti dei tessuti dell’'occhio e della congiuntiva, aumento della lacrimazione, prurito agli occhi, rigonfiamento della palpebra e visione appannata. In presenza di questi sintomi va sempre consultato un medico e possibilmente uno specialista, perché gli stessi sintomi possono essere provocati anche da altre cause e i farmaci usati per curare la congiuntivite allergica possono gravemente peggiorare congiuntiviti da virus o da funghi.

Consensus cerca ricorrenze

I documenti di Consensus sono pubblicazioni mediche e scientifiche nelle quali gruppi di esperti di una malattia riassumono indicazioni e raccomandazioni, rivolte a loro colleghi, finalizzate a migliorare la gestione di una malattia nei suoi vari aspetti, dalla diagnosi alla cura. Per la formulazione di tali raccomandazioni, i membri del gruppo di Consenso eseguono un'’accurata analisi dei problemi e delle soluzioni fino a quel momento proposte e riportate in pubblicazioni autorevoli e filtrano il sapere disponibile in base alla loro personale conoscenza ed esperienza. Dopo regolari scambi di opinioni nell’'ambito del gruppo si produce il documento di Consenso che fa il punto della problematica e propone soluzioni.

Consulenza genetica cerca ricorrenze

Consulenza medica il cui intento è quello di fornire ad individui o famiglie affetti o a rischio per determinate malattie genetiche informazioni riguardanti la malattia e/o il rischio di malattia.

Consumatore cerca ricorrenze

Chi consuma, acquista beni e prodotti che soddisfano i propri bisogni. In biologia i consumatori (uomo e animali) sono organismi eterotrofi, in quanto costretti a consumare materia organica elaborata dai produttori (piante) che corrispondono agli organismi autotrofi.

Consumerismo cerca ricorrenze

Espressione mutuata dall'americano "consumerism" che sta a indicare, secondo la definizione del dizionario Webster's, «la pratica e le politiche di difesa del consumatore basate sull'informazione riguardante prodotti scadenti e nocivi, pratiche commerciali fraudolente», ecc. Il termine designa anche le organizzazioni e gli organi di stampa dei consumatori. Tali enti hanno il compito di segnalare abusi da parte dell'apparato produttivo a danno della collettività.

Consumo abituale eccedentario di alcol cerca ricorrenze

il consumo che eccede 2 unità alcoliche al giorno per l’uomo; 1 unità alcolica al giorno per la donna; 1 unità alcolica al giorno per gli anziani di 65 anni e più; il consumo di almeno una bevanda alcolica nell’anno per i giovani al di sotto dei 18 anni.

Consumo di alcol cerca ricorrenze

il consumo di almeno un tipo di bevanda alcolica (vino, birra, altri alcolici) almeno una volta nell’anno.

Consumo fuori pasto di alcol cerca ricorrenze

Consumo fuori pasto di alcol: il consumo di almeno un tipo di bevanda alcolica (vino, birra, altri alcolici) almeno una volta nell’anno al di fuori del pasto.

Consumo giornaliero di alcol cerca ricorrenze

il consumo di almeno un tipo di bevanda alcolica (vino, birra, altri alcolici) tutti i giorni.

Consumo occasionale di alcol cerca ricorrenze

il consumo di almeno un tipo di bevanda alcolica (vino, birra, altri alcolici) occasionalmente (meno di una volta al giorno).

contaminante cerca ricorrenze

Impurità presente in un mezzo o in una sostanza. 

contaminazione cerca ricorrenze

Effetto provocato da un agente esterno (contaminante) scaricato in un sistema recettore (acqua, aria, suolo).

contenimento cerca ricorrenze

Azione volta a prevenire possibili rilasci, perdite o versamenti di una sostanza tossica durante il normale uso o in caso di eventi accidentali.

Coppia di basi (basepair, bp) cerca ricorrenze

Il più piccolo tratto di un acido nucleico a doppia elica, consistente di due basi (una per filamento) appaiate per mezzo di legami idrogeno. La coppia di basi è usata come unità di misura della lunghezza degli acidi nucleici a doppia elica.

Corpi cavernosi cerca ricorrenze

Strutture cave presenti nel pene che, riempiendosi di sangue, provocano l’'erezione dell’'organo.

Corpo albicans cerca ricorrenze

Struttura in cui si trasforma il corpo luteo, una volta esaurito il suo ciclo di attività.

Corpo dell'’utero cerca ricorrenze

Parte dell’'utero posta fra fondo, in alto, e cervice, in basso.

Corpo luteo cerca ricorrenze

Residuo delle cellule del follicolo ovarico che rimane dopo l’'ovulazione; evolve nella fase luteinica sotto lo stimolo dell'’LH e produce ormoni come il progesterone.

Corticosteroide cerca ricorrenze

Comunemente detto cortisone, il termine identifica una classe di farmaci usati, tra l’altro, per controllare le reazioni infiammatorie e/o allergiche. Nonostante l'’impiego dei corticosteroidi sia molto diffuso, il rischio di uso non corretto e di effetti collaterali anche gravi, richiede una prescrizione e un controllo attento della loro assunzione da parte del medico.

Cortisolo cerca ricorrenze

Ormone secreto dalla zona glomerulare delle ghiandole surrenali.

Cortisonici cerca ricorrenze

Termine usato nel linguaggio comune che fa riferimento ai corticosteroidi. I cortisonici sono farmaci antinfiammatori ed immunosoppressori, con struttura analoga ai corticosteroidi endogeni.

COV (composti organici volatili) cerca ricorrenze

Tutte le sostanze organiche di origine naturale o antropica che si trovano nell’aria allo stato di vapore o di gas. Provengono da attività e processi industriali, da riscaldamento domestico e industriale e dall'evaporazione del carburante. Esempi di COV sono i terpeni vegetali (il profumo dei fiori), il GPL (Gas di Petrolio Liquefatto) che sfugge da una bombola, gli incombusti nei gas di scarico dei motori, i vapori di benzina che si sviluppano dagli sfiati dei serbatoi, i solventi organici. Oltre ad essere in qualche caso pericolosi (ad esempio formaldeide, benzene, ecc.) concorrono alla produzione dello smog fotochimico attraverso una complessa cinetica che coinvolge gli ossidi di azoto e porta alla formazione di perossidi organici molto aggressivi e di ozono.

Creatinchinasi cerca ricorrenze

E' un enzima tipicamente presente nelle cellule dei muscoli. Alti livelli di creatinchinasi nel sangue indicano danno muscolare, perché le fibre danneggiate rilasciano l'enzima nella circolazione.

Cremastere cerca ricorrenze

Muscolo che fa parte del funicolo spermatico e, contraendosi, solleva i testicoli.

CRH cerca ricorrenze

Dall’'inglese Corticotropin Releasing Hormone, traducibile in ormone stimolante il rilascio di corticotropina (ACTH). Il CRH stimola il rilascio di ACTH da parte dell'’adenoipofisi.

Crioconservazione cerca ricorrenze

E' una particolare tecnica per conservare cellule e tessuti attraverso l'utilizzo della catena del freddo. Il congelamento può avvenire con due modalità: più lento e progressivo e più rapido e brusco. Questa seconda tecnica è denominata anche vitrificazione.
Oggi la crionconservazione permette di preservare la fertilità di un individuo, maschio o femmina, in tutti quei casi in cui vi è un rischio importante di perderla (es., patologie tumorali, chemioterapia e radioterapia, patologie autoimmuni, urologiche e ginecologiche). Inoltre negli ultimi decenni, il progressivo rinvio della prima gravidanza in una coppia rende ancora più importanti le strategie praticabili per rinviare la perdita di fertilità, quando possibile.

La tecnica più comune di crioconservazione degli spermatozoi consiste nella consegna del campione di sperma, che viene portato a temperature progressivamente più basse fino all’immersione in azoto liquido a -196°C, nelle cosiddette Banche del seme. Per preservare gli spermatozoi dallo shock termico vengono utilizzate specifiche sostanze protettrici. Lo scongelamento prevede poi il graduale processo contrario. In caso di neoplasia testicolare, una corretta crioconservazione dovrebbe essere effettuata tra l’intervento chirurgico di asportazione del testicolo e l’inizio della chemio o radioterapia. In caso di altri tumori, prima di qualunque terapia che possa interferire con la fertilità del liquido seminale. Per alcune patologie può essere valutata la crioconservazione di campioni di tessuto testicolare, qualora al proprio interno contengano cellule gametiche.

Anche la crioconservazione degli ovociti prevede il congelamento lento degli ovociti attraverso una lenta riduzione della temperatura. Altra tecnica è la vitrificazione che si basa sul principio del congelamento immediato, con raggiungimento entro 1 minuto di -196°C.

Cripte cerca ricorrenze

Microscopiche cavità presenti nella parete dell'’utero che producono muco e fungono anche da contenitori nei quali si può depositare temporaneamente lo sperma.

Criptorchidismo cerca ricorrenze

Con questo termine si intende la mancata discesa, alla nascita, di uno o di entrambi i testicoli nello scroto.

Cromatidi fratelli cerca ricorrenze

Copie di un cromosoma mantenute insieme a livello del centromero e separate durante la mitosi o la meiosi II.

Cromatina cerca ricorrenze

La cromatina è la forma in cui gli acidi nucleici si trovano nella cellula. Negli eucarioti è costituita da DNA, RNA e proteine acide e basiche, nei procarioti solo da DNA. Quando la cellula non è in fase di divisione, la cromatina assume l'’aspett di una massa di fibre molto lunghe e sottili, non visibili al microscopio ottico.

Cromatina X (o corpo di Barr) cerca ricorrenze

Masserella di cromatina, localizzata alla periferia dei nuclei interfasici ed osservabile, in condizioni normali, nelle cellule somatiche femminili e non presente nei maschi. Deriva da un processo di inattivazione di un cromosoma X. Poiche' in ogni cellula somatica ci puo' essere un solo X attivo, il numero dei corpi di Barr nel nucleo e' pari al numero dei cromosomi X presenti nel cariotipo meno uno. E' costituita da eterocromatina facoltativa, in quanto ogni cellula XX inattivera' casualmente un cromosoma X, quello di origine paterna o quello di origine materna. L'analisi della cromatina di Barr è particolarmente utile in caso di aberrazioni a carico dei cromosomi X.

cromatografia cerca ricorrenze

Metodo chimico-fisico di separazione dei componenti presenti in una miscela.

Cromo (Cr) cerca ricorrenze

Il cromo è un metallo bianco leggermente azzurrognolo, molto utilizzato per la sua notevole resistenza alla corrosione atmosferica, a numerosi agenti chimici, all’ossidazione e all’usura. Si utilizza nelle cromature e nella produzione di acciai e ghise; i suoi sali servono per la concia delle pelli, per realizzare tinture, per colorare il vetro. Per la tossicità dei sali è spesso causa di intossicazioni professionali.

Cromosoma cerca ricorrenze

Struttura filiforme presente nel nucleo di tutte le cellule eucariotiche, contenente i geni. Ogni cromosoma è composto da una lunga molecola di DNA avvolta intorno a composti chiamati istoni.

Cromosoma ad anello (ring chromosome=r) cerca ricorrenze

Cromosoma strutturalmente anormale nel quale l'estremita' di ciascun braccio e' deleta e le due braccia si sono riunite a formare un anello. La presenza del centromero consente all'anello di segregare nelle cellule figlie, sia pure con un'elevata instabilita' che e' dovuta allo scambio tra i cromatidi fratelli. Infatti, dopo la divisione del centromero, all'anafase, il cromosoma che ha subito lo scambio diventa dicentrico, di dimensioni doppie e si perde, dando origine a un mosaico (cromosoma ad anello/monosomia).

Cromosomi omologhi cerca ricorrenze

I due cromosomi corrispondenti che formano una coppia in una cellula diploide. I cromosomi omologhi hanno la stessa lunghezza e il centromero nella stessa posizione; possiedono geni che codificano per gli stessi caratteri in loci corrispondenti, ma possono avere alleli diversi. Uno dei due cromosomi omologhi viene ereditato dal padre e l’'altro dalla madre.

Cromosomi sessuali cerca ricorrenze

I cromosomi X e Y che determinano i caratteri sessuali dell’'individuo. I maschi hanno un cromosoma X e uno Y e le femmine due cromosomi X. Ogni individuo possiede quindi 22 paia di cromosomi “non sessuali” (chiamati autosomi) più due cromosomi sessuali: XX per la femmina, XY per il maschio.
I cromosomi X e Y prendono il nome dalla loro forma al microscopio. Il cromosoma X è molto più grande dell'Y, e contiene molti importanti geni. Esistono molte malattie causate da alterazioni di geni situati nel cromosoma X, come ad esempio l'emofilia o la distrofia muscolare di Duchenne. Queste malattie hanno una modalità di trasmissione particolare, chiamata trasmissione legata alla X: solo gli individui maschi che ricevono la copia del cromosoma X difettosa si possono ammalare, mentre le madri sono portatrici sane.

Crossing-over cerca ricorrenze

Scambio di materiale genetico tra cromosomi omologhi nel corso della meiosi. I siti del crossing-over sono detti chiasmi; il risultato del crossing-over è la formazione di cromosomi ricombinanti.

CRR cerca ricorrenze

Centri Regionali di Riferimento per il rilevamento della Radioattività Ambientale.

CTL cerca ricorrenze

I linfociti T citotossici (CTL) sono in grado di distruggere cellule con le quali vengono in contatto ed in particolare quelle infettate da virus o degenerate/trasformate in cellule tumorali. Inoltre, i linfociti T citotossici liberano citochine (vedi scheda dedicata) che stimolano l’'attività dei fagociti.

Cultura cerca ricorrenze

L'’insieme delle cognizioni intellettuali che una persona ha acquisito attraverso lo studio e l'’esperienza, rielaborandole peraltro con un personale e profondo ripensamento così da convertire le nozioni da semplice erudizione in elemento costitutivo della sua personalità morale, della sua spiritualità e del suo gusto estetico, e, in breve, nella consapevolezza di sé e del proprio mondo; accumulo di conoscenze globali e innovazioni, derivante dalla somma di contributi individuali trasmessi attraverso le generazioni

Cumulo ooforo cerca ricorrenze

Complesso di cellule che circondano l'’ovocita nel follicolo ovarico secondario'in fase avanzata di maturazione.

Curcumina cerca ricorrenze

La curcumina è un estratto dalla Curcuma longa utilizzato principalmente come colorante vegetale. Ha un colore giallo simile a quello dello zafferano. Nell'utilizzo alimentare è identificato nell'Unione europea ed in Svizzera dalla sigla E 100 mentre in USA e Canada, dove sono autorizzati come additivi alimentari polvere e oleoresina di Curcuma, la curcumina non è un additivo alimentare ammesso. Il nome curcumina è anche uno dei sinonimi del suo principale costituente. La curcumina ha potenti proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, e si è rivelata utile contro problematiche come artrite, asma e sindrome del colon irritabile, e nelle lesioni precancerose della bocca. Come integratore alimentare è generalmente riconosciuta come sicura (GRAS) dalla FDA.

Curie (Ci) cerca ricorrenze

Unità di misura della radioattività; corrisponde a 3,7·1010 disintegrazioni al secondo. Solitamente per la maggiore praticità si utilizza il Becquerel.

Curva da carico di glucosio cerca ricorrenze

Esame di laboratorio che prevede la somministrazione di glucosio e la successiva misurazione, a tempi prefissati, della glicemia. Se questa supera certi valori, si dice che il soggetto ha un'’intolleranza al carico di glucosio, che è una condizione che predispone allo sviluppo di diabete di tipo 2.

© tutti i diritti riservati - disclaimer - seguici su facebook
Software by Olga de Aloe